Terzo anno consecutivo per il progetto 1 Buono 1 Dono di Day Gruppo UP e Azione Contro la Fame, organizzazione umanitaria internazionale con quasi 40 anni di lotta alla malnutrizione dei bambini.

1 Buono 1 Dono è l’operazione di solidarietà che coinvolge oltre 500.000 persone tra dipendenti e clienti Day, in collaborazione con Azione contro la Fame.

BambiniLa lotta alla malnutrizione attraverso il sostegno dei progetti di Azione Contro la Fame ha radici lontane. In Francia, Gruppo UP, casa madre di Day, ha lanciato l’iniziativa nel 2009. Da allora sono stati raccolti oltre 350.000 buoni donati e devoluti in beneficenza, per un valore di quasi 3 milioni di euro. Grazie ad UP sono stati aiutati più di 200.000 bambini.

La malnutrizione è ancora oggi la principale causa di morte per i bambini nel mondo. Si calcola che sono 3 milioni i bambini che muoiono ogni anno per cause legate alla malnutrizione. Esistono metodi efficaci e a basso costo per salvarli, come questo.

Il progetto

Day raccoglie tutti i buoni pasto devoluti ed effettua la donazione in favore dei progetti contro la malnutrizione di ACF. Con un solo buono da 5 euro, infatti, ACF può fornire un giorno di cure a base di cibo terapeutico, medicine e vaccini necessari per far tornare in salute un bambino malnutrito.

Per agevolare le aziende e velocizzare l’adesione al progetto, è stato lanciato il sito 1 Buono 1 Dono, il quale, unico nel suo genere, permette di raccogliere tutta la documentazione necessaria per poter prendere parte, con un piccolo gesto, ad un grande progetto di solidarietà.

Lavoratori e imprese che vogliono compiere una buona azione non devono far altro che scaricare il kit dal sito stesso e seguire le istruzioni.


Bambini malnutriti ACF e DAY

1Buono1Dono: ecco il sito per donare buoni pasto e salvare i bambini

La campagna è sostenuta da una comunicazione diretta alle imprese clienti per poter aderire all’iniziativa e sostenere Azione contro la Fame. Gli utilizzatori che lo vorranno potranno donare uno o più buoni pasto o voucher shopping Cadhoc. Non c’è nessun costo per le aziende che, anzi, beneficiano di sgravi fiscali per l’equivalente della donazione effettuata in buoni pasto.