Emanato un nuovo decreto che modifica sensibilmente la normativa relativa al servizio buoni pasto. E’ stato eliminato il divieto di cumulabilità dei ticket, secondo la nuova disciplina ora si possono utilizzare fino a 8 ticket alla volta contemporaneamente.

Inoltre, tra le novità, la normativa aumenta le tipologie di esercenti che possono affiliarsi.

Il decreto n . 122 2017 del Ministero dello Sviluppo economico, recentemente pubblicato in Gazzetta ufficiale, sarà in vigore da domani 9 settembre. Le novità riguardano tutte le tipologie di buoni pasto, quelli in forma cartacea e quelli elettronici, raccolti nelle card con microchip.

La riforma normativa non modifica altre importanti caratteristiche del servizio. Resta inalterato il divieto di cedere il buono pasto ad altri che non siano il titolare del ticket, la commercializzazione dello stesso (quindi la vendita a terzi da parte dell’utilizzatore) e ribadisce che il buono non è convertibile in denaro (dà diritto ad una prestazione alimentare per l’importo indicato).
I buoni pasto in forma cartacea inoltre devono riportare codice fiscale o ragione sociale del datore di lavoro e la scadenza. Nelle card elettroniche queste informazioni sono digitalizzate.

Una novità contenuta nel decreto emanato questa estate è quella dell’ampliamento delle opportunità di utilizzo. Oltre a bar, ristoranti, pizzerie, mense aziendali e interaziendali, gastronomie dei supermercati, la normativa individua nuove tipologie di affiliati. I buoni pasto, dal prossimo 9 settembre, potranno essere ritirati negli agriturismi, in esercizi di vendita diretta degli imprenditori agricoli e nei locali adiacenti a quelli di produzione. Inoltre, viene incluso anche il settore dell’ittiturismo, che avvicina i titolari di buoni pasto ai prodotti tipici locali.

Naturalmente, queste nuove tipologie di esercenti potranno ritirare i buoni pasto solo in seguito alla sottoscrizione di un apposito contratto con la società emittente che regola il servizio da ambo le parti.

Del decreto in questione si parlava da diverso tempo ma il Ministero dello Sviluppo Economico lo ha varato solo nel giugno scorso, con pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale ad agosto ed entrata in vigore dal 9 settembre.

Per chiarimenti gli uffici di Day gruppo UP sono a disposizione.
Assistenza esercizi affiliati: Call Center 199285555
Assistenza clienti che acquistano buoni pasto: 800515323

Carnet buoni pasto

Buoni pasto, le novità della nuova normativa