La Fondazione Opera dell’Immacolata Onlus, OPIMM, che opera a Bologna per l’inclusione sociale e lavorativa delle persone svantaggiate inaugura il rinnovato Centro di lavoro protetto (CLP). Si tratta di una struttura socio-sanitaria e di terapia occupazionale diurna, convenzionata con l’AUSL, che accoglie un totale di 70 persone disabili tra i 18 e i 65 anni.

Scopo del Centro è aiutare le persone assistite a integrarsi nel mercato del lavoro e della società. La struttura sita in via del Carrozzaio a Bologna è stata completamente ristrutturata e adeguata ai migliori standard di sicurezza. Per realizzare l’opera sono stati stanziati 1 milione di euro sostenuto dalla Fondazione OPIMM con il contributo di diverse realtà private, tra cui Day gruppo UP, attraverso la Fondazione UP.

Il taglio del nastro è stato effettuato congiuntamente da S.E. Matteo Maria Zuppi, arcivescovo di Bologna e Luca Rizzo Nervo, assessore alla Sanità e welfare del Comune di Bologna.


OPIMM presenta la nuova struttura del Centro di Lavoro Protetto. Un’occasione di inclusione sociale

Il Centro di Lavoro Protetto (CLP) di OPIMM realizza un progetto personalizzato per ciascun utente, attraverso una combinazione di diverse attività.

OPIMM ha ristrutturato un laboratorio produttivo, dove gli utenti lavorano conto terzi in ambito meccanico, elettrico, di montaggio e confezionamento.

Attivato un laboratorio artistico – artigianale (L.E.R.) che sviluppa gli aspetti più creativi degli utenti. Il laboratorio consente di specializzarsi in ceramica, legatoria, decorazione stoffa e falegnameria.

Il lavoro, vero strumento di inclusione sociale è accompagnato da attività integrative che favoriscono la socializzazione e lo sviluppo dell’espressione emotiva, come la cucina, l’informatica, la fotografia, il teatro, la danza.

L’inaugurazione ha consentito di presentare tutte le attività e i lavori del CLP, con un percorso di visita itinerante per apprezzare appieno i lavori svolti, che hanno reso la struttura uno dei poli di eccellenza dell’Emilia Romagna. OPIMM ha saputo coinvolgere le realtà territoriali pubbliche e private per dare concrete opportunità di inserimento sociale e lavorativo alle persone assistite.

Con l’occasione dell’inaugurazione del nuovo Centro di Lavoro Protetto, OPIMM ha presentato il nuovo sito internet. Tramite il sito si possono scoprire tutte le modalità per sostenere concretamente la Fondazione Opera dell’immacolata Onlus a titolo privato e aziendale.