header_magazine_personal
introdurre un piano di welfare aziendale

Benefit e servizi per i dipendenti: il welfare aziendale

Cos’è un piano di welfare aziendale? Perché un’impresa dovrebbe mettere in campo misure di sostegno finora gestite interamente dallo Stato? Quali sono i vantaggi e i benefici effettivi per i lavoratori?

Definizione di Welfare aziendale

Sul sito ufficiale di Up Day, provider di servizi di benessere alle imprese si legge: “Welfare aziendale è l’insieme di soluzioni studiate per offrire un piano di Welfare aziendale che rispetti le esigenze delle imprese e migliori l’equilibrio tra vita professionale e privata dei dipendenti“.

Le imprese scendono in campo, quindi, e non si limitano più a retribuire il lavoro economicamente, ma migliorano la vita dei lavoratori con benefit e servizi. Lo scopo è soddisfare le loro esigenze. La conseguenza sul lavoro è il miglioramento del clima aziendale, la fidelizzazione e la produttività, riducendo assenteismo e turn over.

Vantaggi fiscali

Le imprese godono di vantaggi fiscali rilevanti implementando un piano di welfare a favore del personale. Gli articoli 51 e 100 del T.U.I.R. disciplinano le misure che si possono introdurre.

A partire dal 2016 (L. 208/2015, commi dal 182 al 190), infatti sono state predisposte importanti agevolazioni che hanno fatto crescere il mercato privato del benessere in azienda. Aumenta il numero di servizi che possono essere contrattualizzati con i sindacati e detassati. Ampliate le tipologie di servizi per la famiglia, dell’infanzia, per la terza età e la non autosufficienza (art. 51 TUIR comma 2 lett. f-bis ed f-ter).

Le opere e servizi riconosciuti dal datore di lavoro ai dipendenti per le finalità di cui all’art. 100 del TUIR, come istruzione, ricreazione, assistenza sociale o sanitaria, sono interamente deducibili dal reddito d’impresa se previsti contrattualmente. Con l’introduzione del nuovo comma 3-bis all’art. 51 del TUIR, è inoltre consentito erogare ai dipendenti prestazioni di welfare mediante voucher nominali sia cartacei che digitali.

Con la Legge di bilancio 2018 anche il Trasporto Pubblico Locale (TPL) entra a far parte del welfare. Abbonamenti per il trasporto locale, ragionale, interregionale possono essere interamente rimborsati per il dipendente e dei familiari a carico (art. 51 comma 2 lettera d-bis del Testo Unico).

Schema riassuntivo servizi di welfare (Articoli 51 e 100 del TUIR)

Servizi defiscalizzati del welfare aziendale a favore del dipendente

Dal 2016 il welfare aziendale è diventata una misura introdotta in molte grandi imprese. E anche le medie e piccole imprese hanno iniziato a implementare piani di benessere, favoriti da Contratti Collettivi Nazionali che hanno previsto un contributo in tal senso.

Per ricevere informazioni sul welfare aziendale, Day gruppo Up mette a disposizione il Numero Verde: 800834009. Inoltre, è possibile lasciare i propri dati per essere ricontattati e avere un colloquio commerciale con un esperto del settore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informa che questo sito, previo suo consenso, utilizza cookie anche di terze parti, che potrebbero inviare servizi e messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione. Se si desidera saperne di più leggere l'informativa. Per esprimere il consenso o negarlo a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Cliccando su Accetta si acconsente all’utilizzo dei cookie anche di profilazione.