header_magazine_personal

Buoni pasto Day sul telefonino: la pausa pranzo diventa smart

La pausa pranzo entra nell’era digitale con l’applicazione di mobile payement sviluppata da Day Ristoservice, azienda leader da 25 anni nel mercato italiano dei buoni pasto. Grazie alla tecnologia NFC (Near Field Communication), sarà possibile caricare l’importo dei buoni pasto sul proprio smartphone e pagare il pranzo semplicemente avvicinando il telefonino a un lettore. Facile, intuitivo, immediato.

Come accennato da un servizio da un servizio del Tg1 Economia andato in onda a settembre 2012, Day collabora con la sede romana di Wind per sperimentare il sistema: da settembre 2012, un centinaio di dipendenti dell’azienda registra l’ingresso sul posto di lavoro, paga il pranzo e verifica i buoni pasto residui con un semplice tap sullo schermo di un Samsung S3. E le potenzialità NFC sono ancora tante: DAY collabora attivamente con l’Osservatorio del Politecnico di Milano per studiare nuove applicazioni dedicate alle aziende.

[flv:http://blog.buonopasto.it/wp-content/uploads/RAI_1-TG1_ECONOMIA.asf.intro.mp4 http://blog.buonopasto.it/wp-content/uploads/RAI_1-TG1_ECONOMIA.asf.intro.png 478 360]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non si tratta solo di trasferire i buoni pasto nel cellulare – spiega il direttore generale di Day Ristoservice Marc Buisson ma di fornire soluzioni concrete che semplificano la vita quotidiana degli utilizzatori e la gestione delle risorse umane da parte delle aziende. Un unico strumento per pagare il pasto, segnare l’ingresso o l’uscita dall’ufficio, fare il biglietto dell’autobus o del cinema: è una tecnologia che già esiste e deve essere applicata anche nel nostro settore e integrata con altri servizi”.

Il principio del “pagamento virtuale” non è una novità per Day, né per i suoi locali affiliati. Grazie al buono pasto elettronico Day Tronic, infatti, la velocità, la sicurezza, la tracciabilità dei pagamenti e la semplicità nella gestione dei rimborsi sono realtà affermate da tempo. Ma con la tecnologia NFC e le applicazioni a essa associate i vantaggi si fanno ancora più interessanti, inaugurando una nuova era di comunicazioni e servizi per le comunità interattive.

“La nostra parola d’ordine è innovazione spiega l’Amministratore Delegato di Day Ristoservice Bernardo Bernardisiamo attenti nell’offrire servizi avanzati ed originali ai nostri clienti. Siamo stati fra i primi a proporre il buono pasto elettronico, il nostro DAY Tronic, e stiamo attualmente supportando alcuni fra i nostri principali clienti, come Enel e  Gruppo L’Espresso, nella migrazione verso il buono pasto su smart card. Il buono pasto rimane uno strumento di welfare e di motivazione per i dipendenti, ma l’applicazione delle nuove tecnologie consente maggiore versatilità e semplicità d’uso e garantisce maggiore tracciabilità, in linea con l’attuale politica economica impostata dal Governo. L’NFC è per noi una nuova opportunità.”

La sfida è lanciata: la crisi esiste, è vero, ma anche società come Day Ristoservice, capaci di guardare avanti, studiare soluzioni versatili e multifunzione, progettare un futuro in cui la moderna tecnologia sia alla portata di tutti e si applichi alla vita quotidiana per semplificarla. E, a quel punto, faticheremo a ricordare che erano solo tagliandini.

 

 

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.