header_magazine_personal

Hungry Planet: a tavola con il resto del mondo

“Parla come mangi”, dice un incitazione conosciuta. Perché il cibo che si porta ogni giorno in tavola la dice lunga sulla cultura, lo status, le abitudini, le tradizioni di chi lo mangerà. Aprire la dispensa o il frigorifero della casa di qualcuno è un po’ come schiudere una porta sulla sua personalità. Per questo motivo abbiamo apprezzato e vi segnaliamo il progetto fotografico di Peter Menzel e Faith D’Aluision: Hungry Planet: What the World Eats.

peter-menzel-what-the-world-eats-26

Trovandosi di frequente a viaggiare per il mondo, la coppia di fotografi (che sono marito e moglie) ha avuto la possibilità di immortalare alimenti e pietanze che costituiscono le scorte alimentari settimanali di 30 famiglie in 24 paesi. Cibi e volti a tutte le latitudini che, una volta racconti in un album, mostrano scorci di vita e mettono in tavola qualcosa di più che il cibo in sé stesso poiché l’indagine consente di introdurre una riflessione su importanti questioni sociali: la lista della spesa settimanale di ogni famiglia, infatti, fornisce indicazioni anche sulla salute, sull’economia, sullo stile di vita di quel nucleo familiare. E, inoltre, mette in evidenza il divario tra le condizioni tra i paesi in via di sviluppo e quelli più ricchi.

È interessante notare che le famiglie meno abbienti concentrino i loro sforzi economici per acquistare dei cibi nutrienti, talvolta andando oltre alle proprie possibilità. Al contrario, le famiglie più agiate dimostrano di preferire spendere di più per procurarsi cibi più elaborati a dispetto dei prodotti freschi.

Impossibile ignorare il valore artistico della raccolta.
Impossibile non fermarsi un attimo a ripensare alla propria ultima spesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informa che questo sito, previo suo consenso, utilizza cookie anche di terze parti, che potrebbero inviare servizi e messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione. Se si desidera saperne di più leggere l'informativa. Per esprimere il consenso o negarlo a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Cliccando su Accetta si acconsente all’utilizzo dei cookie anche di profilazione.