header_magazine_personal

Il tragitto casa-lavoro? Sempre più difficile

Uno studio dell’IBM sul pendolarismo in 20 città dei cinque continenti rivela perdite di tempo, complicazioni di guida, costi, stress, effetti negativi sul lavoro. Andare e tornare dal lavoro in automobile è sempre più faticoso, influisce negativamente sulle prestazioni di lavoro o scolastiche e sulla salute, è più lungo e snervante di quanto sia possibile immaginare.

A Pechino la congestione del traffico è talmente forte che sette automobilisti su dieci, almeno una volta, hanno rinunciato a concludere il loro percorso e sono tornati a casa, a Mosca si resta imbottigliati una media di due ore e mezzo
Allo stato dei fatti ci sono nei paesi emergenti fenomeni di carenze infrastrutturali, legate a un’esplosione dei mezzi di trasporto privati, per la crescita economica degli ultimi due decenni. Ma anche in Occidente ci sono ritardi nella realizzazione di infrastrutture di trasporti e strascichi di orientamenti passati più favorevoli alle soluzioni personali che a quelle collettive.
E in Italia la situazione non sembra essere delle migliori.

Possibile che non si riesca a far di meglio?
Miglioramenti sono in atto. Dicono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informa che questo sito, previo suo consenso, utilizza cookie anche di terze parti, che potrebbero inviare servizi e messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione. Se si desidera saperne di più leggere l'informativa. Per esprimere il consenso o negarlo a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Cliccando su Accetta si acconsente all’utilizzo dei cookie anche di profilazione.