header_magazine_personal

IVA detraibile sui buoni pasto? Era ora (di pranzo)!

Il Sole24Ore aveva anticipato la notizia, la Gazzetta Ufficiale l’ha confermata: dal 1° settembre e per tutto il 2008, è possibile portare in detrazione anche l’IVA che grava sull’acquisto dei buoni pasto. Lo stabilisce l’articolo 83, comma 28 bis del decreto legge 112/2008. Un nuovo risparmio si aggiunge così ai tanti vantaggi che i buoni pasto offrono a chi li utilizza, ai titolari di partita IVA e soprattutto alle aziende. Basti pensare che un’impresa che assegna i buoni pasto al suo personale risparmia fino all’84% di una indennità di mensa in busta paga!

In “soldoni”, questa è un’opportunità da cogliere al volo: chi acquista i buoni pasto adesso, si assicura subito il massimo vantaggio fiscale per l’anno in corso, e potrà tranquillamente utilizzare i buoni pasto nei mesi successivi. I buoni pasto DAY ordinati ora, ad esempio, sono validi per tutto il 2009. Per maggiori dettagli sulle norme, consigliamo di consultare il sito www.day.it. Comunque pubblicheremo prossimamente degli altri post per trattare l’argomento dai diversi punti di vista. Buona pausa a tutti!

One Comment

  1. Gil Reply

    Era ora che l’Iva divenisse deducibile, una bella notizia per tutte le aziende.

    Ora speriamo però che alzino il tetto massimo di esenzione dai contributi, 5.29 è davvero poco!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informa che questo sito, previo suo consenso, utilizza cookie anche di terze parti, che potrebbero inviare servizi e messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione. Se si desidera saperne di più leggere l'informativa. Per esprimere il consenso o negarlo a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Cliccando su Accetta si acconsente all’utilizzo dei cookie anche di profilazione.