header_magazine_personal

Le donne si laureano di più e trovano più facilmente lavoro: il futuro è rosa

In una recente indagine dell’ISTAT, una laurea nel 73,2% dei casi permette di trovare un lavoro. I dati infatti evidenziano che il tasso di disoccupazione post-laurea è inferiore rispetto alla disoccupazione post diploma (del 12,9% rispetto al 18,8%).

Questa notizia smonta chi sostiene che studiare non “paga”. Investire nel proprio futuro preparandosi adeguatamente prima di entrare nel mondo del lavoro consente, invece di trovare un impiego di buon livello prima di chi si accontenta del solo diploma di scuola superiore.

Il problema del nostro Paese piuttosto è il basso numero dei laureati rispetto alla media europea. Per Eurostat infatti, solo 19 ragazzi tra i 25 e i 34 anni su 100 è in possesso del diploma di laurea. Pochini rispetto alla media europea oltre il 30%.

Il terzetto Francia, Gran Bretagna e Spagna addirittura ci doppia, dato che la percentuale dei laureati in quei paesi si aggira intorno al 40%. In Italia, come sempre le donne sono migliori degli uomini: 23 ragazze su 100 si laureano, a fronte di soli 15 maschietti. 

Insomma, il futuro delle aziende italiane è declinato al femminile e molti posti dirigenziali saranno colorati di rosa. Dopo secoli di predominio maschile forse è la volta buona che le donne prendano il potere e rivoluzionino, in meglio, il mondo del lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informa che questo sito, previo suo consenso, utilizza cookie anche di terze parti, che potrebbero inviare servizi e messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione. Se si desidera saperne di più leggere l'informativa. Per esprimere il consenso o negarlo a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Cliccando su Accetta si acconsente all’utilizzo dei cookie anche di profilazione.