header_magazine_personal

Portobello Market: il conto si paga facendo i buoni

E’ nato Portobello Market – Emporio sociale di Modena, il primo supermercato dove la spesa non si paga con i soldi ma con… ore di volontariato. Portobello è un progetto di comunità che coinvolge cittadini, imprese, associazioni ed istituzioni ed è un luogo in cui si produce solidarietà: non solo un supermercato “speciale”, quindi, ma un luogo in cui ci si mette a disposizione degli altri “come si può”, chi donando tempo o denaro, chi “ricambiando” quanto ricevuto dall’Emporio con una attività di volontariato da svolgere nella struttura o nelle associazioni del territorio. Capofila del progetto Portobello è l’Associazione Servizi per il Volontariato Modena (ASVM).

A prima vista, Portobello non è molto diverso da un normale supermarket: gli spazi e gli arredi ricordano infatti un tradizionale punto vendita, con la scelta di prodotti sugli scaffali (prime necessità, alimentari, igiene personale). La differenza col solito supermercato è nel prezzo, che non è indicato in euro ma in punti. Ogni famiglia è dotata di un quantitativo di punti mensile caricati su una tessera – il codice fiscale – con la quale è possibile “fare la spesa”. E, al posto del danaro, i clienti pagano (in base alla proprie possibilità) con ore di volontariato per la comunità.

Portobello è infatti un progetto con il quale la comunità modenese aiuta se stessa, è un luogo in cui si produce solidarietà. Ciascuno è chiamato ad offrire quanto è nelle sue possibilità per aiutare la comunità colpita da una così forte crisi economica: le aziende donano cibo, strumenti, servizi o denaro, i volontari il lavoro, la competenza e la passione, i cittadini possono donare il denaro per acquistare la spesa per altri in difficoltà o il cibo in occasione di raccolte organizzate,  le istituzioni offrono gli spazi e la garanzia dell’equità, gli utenti il loro tempo e la loro abilità per azioni di volontariato.

Presso Portobello sarà possibile trovare consulenti esperti nella gestione del bilancio familiare, nella rinegoziazione dei mutui, nell’analisi dell’indebitamento, nella scelta degli strumenti finanziari, nella difesa dei consumatori verso le aziende e i fornitori di servizi. Non solo spesa, dunque, ma anche aiuto per migliorare la propria situazione economica, supporto nella scelta dei fornitori, aiuto nelle difficili fasi che seguono ad una crisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informa che questo sito, previo suo consenso, utilizza cookie anche di terze parti, che potrebbero inviare servizi e messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione. Se si desidera saperne di più leggere l'informativa. Per esprimere il consenso o negarlo a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Cliccando su Accetta si acconsente all’utilizzo dei cookie anche di profilazione.