header_magazine_personal

Quando i buoni pasto diventano un aiuto sociale

Quando le difficoltà economiche si fanno sentire bisogna escogitare nuovi sistemi per aiutare le famiglie. E il comune di San Benedetto del Tronto ha trovato il modo per sostenere i ragazzi che hanno problemi per il pranzo quotidiano.

L’Amministrazione del comune marchigiano, infatti ha deciso di stanziare 35 mila euro per pagare i buoni pasto degli studenti nelle mense scolastiche.

Il sostegno alle famiglie non abbienti è frutto di diverse segnalazioni giunte agli amministratori comunali, e hanno spinto gli stessi ad attivarsi. Le famiglie coinvolte nell’iniziativa saranno circa 330, quelle con figli minorenni in cui i genitori hanno difficoltà lavorative e a reddito basso.

Si tratta di un modo diverso di guardare al buono pasto, che da “servizio sostitutivo di mensa” diventa incentivo e aiuto sociale.

Complimenti dunque agli amministratori illuminati del Comune di San Benedetto del Tronto.

San Bendetto Del Tronto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informa che questo sito, previo suo consenso, utilizza cookie anche di terze parti, che potrebbero inviare servizi e messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione. Se si desidera saperne di più leggere l'informativa. Per esprimere il consenso o negarlo a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Cliccando su Accetta si acconsente all’utilizzo dei cookie anche di profilazione.