Welfare Aziendale

Tanti servizi su misura adatti a tutti gli stili di vita dei dipendenti. Salute, famiglia, previdenza , trasporto, tempo libero e acquisti.

Maggio 03, 2019
Welfare Aziendale

Bozza ddl produttività: novità per il welfare aziendale

Il quotidiano Il Sole 24 Ore illustra la bozza del DDL con il quale il Governo vorrebbe incrementare la produttività. Secondo l'articolo verrebbe innalzato da 3000 a 5000 euro l'importo detassato dei premi di risultato. Dimezzata l'imposta sostitutiva prevista: dal 10 al 5%. Imposta assente in caso di premio convertito in welfare aziendale. La bozza del disegno di legge prevede anche sgravi contributivi per l'occupazione femminile nel biennio 2019-2020. Due misure riguardano direttamente il welfare aziendale Allargate le maglie delle prestazioni che godono di vantaggi connessi al welfare aziendale. Il Governo, infatti introduce un’agevolazione fiscale e contributiva fino a 10.000 per le somme corrisposte ai lavoratori affetti da patologie oncologiche. Anche le spese sostenute dai dipendenti per il mantenimento o l’assistenza sanitaria di animali domestici rientrerebbero tra quelle rimborsabili grazie a un piano di welfare. Una novità attesa da tutti i lavoratori che posseggono animali e sanno quanto è onerosa la spesa veterinaria a carico del proprietario. Attualmente la spesa detraibile attraverso la dichiarazione dei redditi è molto contenuta. Si recupera il 19% presentando ricevute che superino la franchigia di €129.11, fino al limite di €387.40. Viene restituita, quindi una cifra massima di €73.6. Tipologie di Piani di Welfare Aziendali Quando si parla di welfare aziendale si fa riferimento a diverse tipologie di piani di welfare. Ognuna ha determinate caratteristiche e vantaggi connessi. [caption id="attachment_17944" align="aligncenter" width="639"] Caratteristiche di un piano di welfare aziendale[/caption] Piano di welfare volontario Quando il datore di lavoro decide in totale autonomia di stanziare una cifra per i suoi dipendenti o categorie di essi. Si stila un regolamento che disciplina le caratteristiche del piano. Non è previsto un limite economico per dipendente, ma la legge prevede dei limiti fiscali: 5 x 1000 del costo del lavoro per servizi con finalità ex Art.100 TUIR Max €3.615 come assistenza sanitaria Max €5.164 da destinare alla previdenza complementare Max €258,23 come fringe benefit Piano di welfare concertato Quando il piano di welfare aziendale fa riferimento ad un accordo aziendale, territoriale. Se non c'è un accordo di 2° livello è necessario un regolamento. Anche in questo caso non è previsto un limite economico per dipendente, ma restano quelli fiscali legati alle singoli voci: Max €3.615 come assistenza sanitaria Max €5.164 da destinare alla previdenza complementare Max €258,23 come fringe benefit Trasformazione del Premio di Risultato PDR Il Premio di risultato è tassato al 10% (secondo la bozza illustrata da Il Sole 24 Ore verrebbe dimezzata). Se la somma è destinata al welfare aziendale è completamente detassata. Necessario un accordo aziendale, territoriale o regolamento con formula negoziale. I dipendenti che possono godere di questa misura devono avere RAL entro €80.000. Il limite economico attualmente è €3.000, esteso a €5.000 qualora fosse approvato il DDL descritto. L'unico limite fiscale previsto è quello del fringe benefit: €258.23. [caption id="attachment_17943" align="aligncenter" width="835"] welfare aziendale[/caption] Welfare previsto nei CCNL I Contratti Collettivi di Nazionali di Categoria approvati da qualche anno prevedono una quota di welfare da destinare ai lavoratori. A seconda del CCNL è specificata una forma diversa. Il primo ad aver introdotto tale misura è stato il CCNL Metalmeccanico, che ha inserito una cifra di progressiva a partire da €150 all'anno. La maggior parte delle aziende coinvolte ha scelto il fringe benefit quale soluzione per i lavoratori, che hanno ricevuto un servizio come il voucher Cadhoc, per l'importo previsto dal CCNL. Cadhoc il buono shopping 100% deducibile fino a 258,23 euro a dipendente. La soluzione ad hoc come contributo welfare aziendale previsto dal CCNL di categoria è Cadhoc. Il fringe benefit ideale per incentivare, fidelizzare, motivare e premiare i lavoratori in ogni momento dell'anno. Il voucher si presenta in formato cartaceo e digitale da spendere in uno dei 17.000 i brand che accettano Cadhoc nei loro negozi o negli e-commerce più cliccati. Per chiedere una consulenza sul fringe benefit Cadhoc si possono lasciare i propri dati sul sito.
Fitness e palestre
Novembre 26, 2018
Welfare Aziendale

FitPrime partner DayWelfare: come prendersi cura di se stessi

Praticare con regolarità esercizio fisico, alimentarsi in modo corretto e in generale prendersi cura di sé stessi sta divenendo sempre più una necessità quotidiana. Proprio per questo motivo negli ultimi anni sta diventando sempre più una prerogativa fondamentale premiare i propri dipendenti con servizi ed iniziative specifiche orientate al raggiungimento di un miglior stato di benessere individuale. Questo attraverso la realizzazione di un piano welfare che dispone di una serie di soluzioni acquistabili con il credito fissato dal proprio datore di lavoro, nella direzione anche di un miglior benessere organizzativo. Day Welfare, il portale a disposizione dei lavoratori delle imprese che implementano piani di welfare aziendali, ha sviluppato una partnership con una startup leader in Italia per il mondo del fitness: Fitprime. Sul portale sono offerte diverse tipologie di pacchetti legati alle palestre convenzionate con Fitprime, che propone soluzioni che rispondono efficacemente ai problemi che si palesano di solito quando ci si iscrive in palestra. Fitprime offre ingressi singoli, pacchetti di ingresso in formato da 5 o da 10, per quelle persone che decidono di allenarsi saltuariamente e non sottoscrivere un abbonamento annuale o di frequentare lezioni specifiche di alcune attività sportive come lo yoga o il pilates. Inoltre, grazie al Mensile Unlimited offre l’opportunità di scegliere e cambiare centro sportivo ogni giorno, in base alle proprie esigenze di tempo o di lavoro. Una palestra vicino casa e una vicina l’ufficio, o in 2 città diverse. In tutti i casi il servizio non richiede vincoli annuali e nessuna penale in caso di disattivazione. Con un network di centri sportivi, piscine, palestre, centri specializzati di yoga e crossfit che supera le 1.000 strutture in tutta Italia, Fitprime è la rivoluzione del modo di vivere lo sport e il fitness, il club più grande d'Italia! [caption id="attachment_17740" align="alignright" width="150"] DayWelfare, portale che gestisce i piani di welfare aziendale. Tra i partner della piattaforma anche FitPrime[/caption] Fitprime è fruibile sia da sito web (www.fitprime.com) che da Mobile App. Sul sito DayWelfare sono presenti i link e i riferimenti diretti. Fitprime è presente in più di 120 città italiane tra cui le più importanti Torino, Milano, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Palermo e Cagliari. Inoltre, offre un’esperienza unica per tutti i suoi utenti grazie ad un'intensa e innovativa attività di assistenza e customer care: numero dedicato, Whatsapp e live chat direttamente dal sito ogni giorno H24. Una soluzione di questo tipo è l'ideale per offrire una soluzione fitness a livello nazionale a tutti i beneficiari di un piano di welfare aziendale. I dipendenti possono usufruire di un servizio su misura professionale di alto livello. DayWelfare è la soluzione welfare aziendale proposta da Day gruppo UP che si avvale della defiscalizzazione prevista dalla normativa vigente. er ricevere una consulenza sull'implementazione di un piano di welfare in azienda è a disposizione il Numero Verde 800 834 009 e la mail info@day.it  
Ottobre 23, 2018
Welfare Aziendale

Welfare, tutti i Contratti Collettivi con contributo previsto nel 2018

Metalmeccanici, Orafi e Argentieri, Telecomunicazioni, Pubblici Esercizi prevedono nei loro Contratti Collettivi Nazionali l’obbligo di strumenti di welfare. Day propone Cadhoc il buono spesa on e off line, facile da gestire e vantaggioso per l’azienda. Cadhoc consente a chi lo riceve di acquistare con la massima libertà carburante, tecnologia, abbigliamento, libri o semplicemente di andare a fare la spesa. Per questo rappresenta la soluzione ideale per ottemperare agli obblighi previsti nei Contratti Collettivi (CCNL). In seguito alle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016 in tema di welfare aziendale, i contratti collettivi dei lavoratori rinnovati hanno previsto misure di benessere nelle imprese. I contratti collettivi nazionali rinnovati hanno iniziato a includere misure di welfare a favore dei lavoratori. Seppure con sfumature diverse, tutte prevedono un contributo che di fatto apre le porte ad agevolazioni più ampie e convenienti per le aziende. I dipendenti e il loro benessere diventano la finalità delle misure volte ad alleggerire e migliorare la vita quotidiana. Il primo dei contratti collettivi e il più importante è stato quello relativi ai metalmeccanici delle grandi imprese. Sono seguiti quelli del settore conciario e orafo. Anche i metalmeccanici delle PMI devono erogare il contributo welfare previsto nel CCNL. Anche il Contratto collettivo dei pubblici esercizi prevede una tantum in welfare, mentre da luglio scorso è attivo l'obbligo per il settore telecomunicazioni. Riassunto dei principali Contratti Collettivi Nazionali dei Lavoratori rinnovati con contributo welfare e attivi nel 2018: [caption id="attachment_17835" align="aligncenter" width="620"] Schema riepilogativo delle misure di welfare inserite nei Contratti Collettivi Nazionali dei Lavoratori[/caption] CCNL Metalmeccanico [caption id="attachment_18676" align="alignleft" width="300"] I piani di welfare creano benessere in aziendaper i lavoratori metalmeccanici confapi[/caption] Contratto nazionale rinnovato nel 2017. Triennale. 2017, previsto contributo di €100 2018 (dal 1°giugno), previsto contributo di €150 2019 (dal 1°giugno), previsto contributo di €200 Da erogare a tutti i dipendenti con rapporto di lavoro al 1° giugno o entro il 31 dicembre. Lavoratori a tempo indeterminato che abbiano superato il periodo di prova. A tempo determinato, dopo periodo di prova e tre mesi di anzianità. CCNL Metalmeccanico (Unionmeccanica/Confapi) Contratto nazionale rinnovato nel 2018. Triennale. Contributo fisso di €150 all'anno. Per il 2018 da erogare dal 1° marzo. Da erogare a tutti i dipendenti con rapporto di lavoro al 1° giugno o entro il 31 dicembre. Lavoratori a tempo indeterminato o a tempo determinato con almeno tre mesi di anzianità. CCNL Orafi, Argentieri e Gioiellieri Contratto nazionale rinnovato nel 2018. Triennale. Previsto un contributo progressivo. 2018 (da gennaio), previsto contributo di €100 2019 (da giugno), previsto contributo di €150 2020 (da giugno), previsto contributo di €200 Contratto Collettivo Provinciale Industria Conciaria Contratto relativo alla provincia di Vicenza Dal 1° settembre 2017 al 31 dicembre 2019 previsti €1200 annui anche frazionabili in €100 al mese o €5.50 al giorno. Rivolto a dipendenti e somministrati con 12 mesi di anzianità. Il contratto prevede servizi di previdenza integrativa, assistenza sanitaria, spese relative alla famiglia. La misura può essere erogata anche sotto forma di buoni pasto per le giornate di effettivo lavoro. CCNL Telecomunicazioni Contratto nazionale rinnovato nel 2018. Misura una tantum. Dal 1° luglio 2018 è previsto un contributo welfare di €120. La misura è una tantum prevista solo per l'anno 2018. Destinatari sono i lavoratori in forza a luglio con contratto a tempo indeterminato. Lavoratori con contratto a tempo determinato, con almeno 3 mesi di anzianità anche non consecutivi nel corso del 2018. I flexible benefit si aggiungono ad eventuali misure di welfare. I servizi privilegiati sono quelli relativi all'educazione, istruzione, ricreazione, assistenza sociale e sanitaria. Previsto nel CCNL anche la possibilità di destinare i €120 previsti al Fondo Telemaco di settore. CCNL Pubblici Esercizi Contratto collettivo Nazionale in vigore dal 1° gennaio 2018. Il CCNL Pubblici esercizi, ristorazione collettiva/commerciale, [caption id="attachment_18662" align="alignright" width="300"] Misure di welfare per i pubblici esercizi: €140 nel CCNL[/caption] turismo ha validità quadriennale, prevede la definizione di un accordo integrativo sul premio di risultato fra il 2018 e il 2021 e, in mancanza di tale accordo, l’erogazione di un elemento economico di garanzia di 140 euro destinabile a servizi di welfare aziendale. Una tantum da corrispondere entro il quadriennio. La misura di flexible benefit può essere corrisposta fin dal 2018 Soluzioni di conciliazione vita/lavoro Per ottemperare agli obblighi previsti nei contratti collettivi le aziende interessate possono rivolgersi a Day gruppo UP, attiva da oltre trent'anni nel settore dei servizi alle imprese. Day ha sviluppato soluzioni che costituiscono un valore aggiunto per i lavoratori, i quali beneficiano di strumenti esentasse di welfare utili. Le imprese usufruiscono di vantaggi fiscali adempiendo a quanto previsto nei contratti collettivi rinnovati. Voucher shopping Cadhoc Lo strumento ideale per i CCNL che prevedono misure di welfare è quello dei voucher shopping Cadhoc. Cadhoc è la soluzione per i rinnovi contrattuali nazionali di categoria che prevedono flexible benefit obbligatori al loro interno. Il buono spesa per acquistare benzina, libri scolastici, alimentari ecc. che si adatta alle diverse esigenze dei lavoratori. Ogni dipendente riceve un carnet di buoni dell valore previsto. Il lavoratore gode di un importo netto da poter spendere nelle principali catene GDO, nel negozio preferito o anche nei migliori e-commerce online. Cadhoc rientra nelle misure di fringe benefit, quindi è esente da Iva e non concorre a formare reddito. Il voucher shopping Cadhoc va incontro alle esigenze di tutti i lavoratori dei contratti collettivi: a quelle della famiglia numerosa che può spendere il suo buono per la spesa alimentare al giovane lavoratore che può investire in libri, tecnologia, prodotti sportivi, buoni carburante e altro. [caption id="attachment_17833" align="aligncenter" width="1024"] Cadhoc, soluzione flexible benefit ideale per i contratti collettivi nazionali con misure di welfare[/caption] Con la scelta del voucher il lavoratore ha accesso alla nuova piattaforma ClickAndBuy.  A scelta del beneficiario si può spendere il credito indicato nel carnet nei più popolari siti e-commerce. Tanti i partner a disposizione: Amazon, Ibs, Zalando, Mediaworld.it, ChiliTv e tanti altri. ClickAndBuy consente anche di utilizzare il credito dei voucher presso i negozi Decathlon, Mediaworld, OVS, Ikea, e negli hotel della catena BestWestern. Per i viaggi, inoltre, si converte in gift card Trenitalia. Inoltre, con ClickAndBuy si possono trasformare i voucher Cadhoc in buoni carburante per i distributori Q8 e Ip. Le imprese interessate possono chiedere informazioni specifiche su Cadhoc QUI Piattaforma Day Welfare [caption id="attachment_17943" align="alignleft" width="300"] Welfare, un nuovo patto tra l’impresa e le persone[/caption] Per piani di welfare aziendali che vanno oltre il contributo previsto nei contratti collettivi, o in caso di fringe benefit già previsto in azienda (la quota fringe benefit non può superare €258.23 all'anno per dipendente) si può attivare la piattaforma digitale Day Welfare. Si tratta di uno strumento modulabile che gestisce i piani di benessere e che consentono alle imprese di accedere ai benefici connessi al welfare di secondo livello. La piattaforma digitale permette una gestione agile del credito welfare stabilito dal datore di lavoro e destinato al singolo lavoratore. Il titolare di welfare accede con credenziali personali a Day Welfare e sceglie come impiegare la quota a lui destinata, tra misure per la famiglia, la cultura, la sanità, e così via. Le imprese interessate possono chiedere informazioni specifiche su Day Welfare QUI Per chiedere info sui voucher shopping Cadhoc o per implementare un piano di Welfare Numero Verde 800834009, mail info@day.it [embed]https://www.youtube.com/watch?v=73UjkgPz3g4[/embed]
Welfare per i pubblici esercizi con il nuovo CCNL
Ottobre 19, 2018
Welfare Aziendale

Welfare per i pubblici esercizi, 140 euro nel CCNL

Misure di welfare per i pubblici esercizi inserite nel CCNL sulla scia dei contratti collettivi approvati in questi ultimi anni. Il CCNL Pubblici Esercizi, ristorazione collettiva e turismo ha validità quadriennale, con decorrenza dal 1° gennaio 2018 fino al 31 dicembre 2021. Tante le novità inserite, che possono essere consultate QUI. Il contratto impone la definizione di un accordo integrativo sul premio di risultato fra il 2018 e il 2021 e, in mancanza di tale accordo, l'erogazione di un elemento economico di garanzia di 140 euro destinabile a servizi di welfare aziendale. Una tantum da corrispondere entro il quadriennio. Welfare per i pubblici esercizi: come? [caption id="attachment_18662" align="alignleft" width="300"] Misure di welfare per i pubblici esercizi: €140nel CCNL[/caption] Tutti i pubblici esercizi potranno ricorrere al flexible benefit per poter riconoscere i 140 euro previsti dal contratto. I termini welfare aziendale sono entrati nella dialettica comune grazie ai vantaggi introdotti dalla Legge di Bilancio 2016 (e confermati nelle seguenti). L'introduzione di misure di welfare nel CCNL Metalmeccanico è stata una rivoluzione che ha costituito un precedente e un esempio per tutti gli altri rinnovati dopo. Al centro dell'attenzione il benessere non solo economico dei lavoratori, le esigenze famigliari, l'alleggerimento delle necessità legate ai figli e ai genitori anziani. Con il flexible benefit si riconosce la validità di uno strumento, quello della liberalità entro €258.23 all'anno per dipendente, che diventa uno strumento vantaggioso fiscalmente per le imprese e motivante per i lavoratori. Per ottemperare alle misure di welfare per i pubblici esercizi, si potrà attivare un piano di welfare, mentre i flexible benefits possono essere aggiunti a eventuali piani già presenti in azienda (sia unilaterali che derivanti da accordi collettivi). Soluzione welfare ideale, Cadhoc! Day gruppo UP propone una soluzione adatta alle aziende del settore, fiscalmente vantaggiosa e facile da gestire. Il buono universale e multibrand Cadhoc, che si integra con eventuali fringe benefits già presenti. Il voucher Cadhoc può essere cartaceo o digitale ed è uno strumento versatile e comodo per ottemperare all'obbligo welfare per i pubblici esercizi. Si presenta in blocchetti di buoni o inviati direttamente nella casella di posta del lavoratore, nel rispetto della privacy vigente. Cadhoc può essere speso in una rete di oltre 15.000 negozi fisici e nei migliori e-commerce online. Welfare per i Pubblici Esercizi, come richiederlo Tutti gli esercizi con il CCNL rinnovato che prevede €140 in misure di welfare possono fin dal 2018 ottemperare a tale obbligo. La misura è prevista in caso non si arrivi alla definizione di un accordo integrativo sul premio di risultato fra il 2018 e il 2021. È a disposizione l'Infoline per una consulenza al Numero Verde 800834009. Mail: info@day.it 
Robintur partner welfare aziendale
Ottobre 12, 2018
Welfare Aziendale

Gira il mondo con Robintur: i viaggi inclusi nel piano di welfare aziendale

In Italia è il punto di riferimento per l'organizzazione di viaggi in ogni parte del mondo. Quando si dice Robintur ci si immagina già in luoghi esotici, stesi al sole di una spiaggia solitaria davanti a un mare cristallino, o in un paese selvaggio a scoprire tradizioni inedite, oppure in una città da cartolina, a percorrere strade nuove e visitare musei. Robintur: caratteristiche Robintur, infatti è una delle maggiori reti dirette di agenzie viaggi nel nostro Paese ed è partner di Day Welfare, provider di welfare aziendale per le imprese. Day Welfare è la soluzione per il welfare aziendale sviluppata da Day gruppo UP e si affianca a servizi per la pausa pranzo come il buono pasto e agli incentivi come il voucher regalo Cadhoc. Tutte soluzioni che generano e incrementano benessere in azienda. Le agenzie di Robintur sono tutte le localizzate in punti chiave delle principali città, spesso all'interno dei centri commerciali, presso i centri storici e nelle immediate periferie dei grandi poli urbani per offrire servizi comodi, vicini, attenti alle esigenze di chi viaggia. L’attività di Robintur si ispira a principi guida quali la solidità aziendale, l’etica professionale, la sicurezza dei viaggiatori, la qualità del prodotto e l’elevato grado di consulenza. Un partner prezioso, quindi, di cui tutti i beneficiari di un piano di welfare possono approfittare grazie alla convenzione stipulata. I viaggi, infatti sono inclusi nel welfare aziendale, e tanti pacchetti di esperienze sono già a disposizione nel portale Day Welfare. Oltre ad approfittare delle offerte già presenti, è possibile contattare l'agenzia Robintur più vicina, prendere appuntamento e per chiedere un preventivo entro il limite del budget welfare disponibile. Il preventivo, caricato e riconosciuto tramite piattaforma diventerà un voucher viaggi da consegnare in agenzia.  Pochi passaggi per poter godere di un'esperienza indimenticabile grazie a Robintur e a Day Welfare. Welfare aziendale: info Per avere informazioni sul funzionamento e l'implementazione di un piano di welfare in azienda ci si può registrare QUI. Cos'è un piano di welfare aziendale? Quali vantaggi per l'impresa e il lavoratore? Scopri QUI Oppure chiama il Numero Verde Day gruppo UP: 800834009 Video presentazione Day Welfare [embed]https://youtu.be/73UjkgPz3g4[/embed]
  • 1
  • 13
  • 16