header_magazine_personal
rebox doggy box anti spreco alimentare

Riciclare per evitare lo spreco delle risorse e salvare il pianeta

Lunedì 18 marzo è la Giornata Mondiale del Riciclo. Obiettivo è la sensibilizzazione sulla necessità di limitare lo spreco di materiali e oggetti che possono essere riutilizzati o trasformati. Lo scopo è quello di inquinare il meno possibile l’ambiente e limitare il consumo di risorse non rinnovabili.

È la seconda edizione della Giornata che quest’anno ha per tema: “Riciclo del futuro”. Al centro, quindi la gioventù, l’istruzione e l’innovazione per garantire un futuro eco-sostenibile al pianeta.

La raccolta differenziata in Italia

La seconda vita di oggetti e il riciclo di materiali trasforma il rifiuto in risorsa. Ciò che finirebbe inevitabilmente abbandonato nell’ambiente può essere ancora utilizzato o trasformato. Oppure riciclato, quindi reso materia prima e rinnovato. In questo modo si aiuta la sostenibilità ambientale e si riducono le nocive emissioni di gas serra. Questo processo fa bene anche all’economia, perché crea anche nuovi posti di lavoro.

Le principali risorse naturali del pianeta da preservare sono sei: acqua, aria, carbone, petrolio, gas naturale e minerali. In Italia la raccolta differenziata è cresciuta fino al 55.5%. Il riciclo dei rifiuti urbani è al 44%. Per il Consorzio Conai sono stati riciclati 8,8 milioni di tonnellate di imballaggi (acciaio, alluminio, carta-cartone, legno, plastica e vetro) cioè il 67,5% su quanto immesso al consumo. Questo recupero virtuoso ha prodotto benefici economici per 970 milioni di euro. Si sono risparmiati 3.8 milioni di tonnellate di materia prima.

Recupero alimentare

Il recupero riguarda anche il settore alimentare. Tonnellate di cibo invendute o avanzi dei clienti presso i ristoratori finiscono in pattumiera, quando potrebbero essere recuperati. Il compost (anche casalingo) permette la trasformazione dei rifiuti alimentari in concime, ma si può fare un qualcosa prima di gettare il rifiuto alimentare.

Il cibo in scadenza può essere venduto a prezzi bassi. In questo modo si evitano sprechi alimentari e si favoriscono le famiglie in difficoltà che possono approfittare delle promozioni. Nei ristoranti l’abitudine delle doggy box (ancora poco diffusa in Italia) evita all’esercizio di accumulare spazzatura e al cliente di consumare il pasto in un secondo momento, con conseguenze risparmio.

Re-box

A tal proposito, Day gruppo Up, società di servizi alle imprese come il buono pasto, fringe benefit, welfare aziendale è impegnata in alcuni progetti di sensibilizzazione. L’ultimo in ordine di tempo è Re-box, la consegna omaggio presso i ristoranti di Bologna che ritirano i ticket restaurant Day dei contenitori per l’asporto dei cibi avanzati.

Un’iniziativa voluta per presentare la App anti spreco alimentare LastMinuteSottoCasa, che presto sarà lanciata proprio nel capoluogo emiliano e che promuove l’incontro tra piccoli esercizi alimentari e i clienti. Sulla App gli esercenti pubblicano promozioni specifiche su prodotti in scadenza venduti a prezzo fortemente ribassato. Il cliente riceve una notifica in base ai parametri di geolocalizzazione impostati e può scegliere approfittare della promozione. La App LMSC, semplice e geniale è win win win, in quanto avvantaggia i negozianti, i clienti e naturalmente l’ambiente.

A Bologna l’iniziativa Re-box: Day gruppo Up ha inviato in omaggio ai ristoratori doggy box da consegnare ai clienti per evitare di gettare il cibo avanzato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informa che questo sito, previo suo consenso, utilizza cookie anche di terze parti, che potrebbero inviare servizi e messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione. Se si desidera saperne di più leggere l'informativa. Per esprimere il consenso o negarlo a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Cliccando su Accetta si acconsente all’utilizzo dei cookie anche di profilazione.