Fino a qualche tempo fa gli esercizi affiliati che ritirano buoni pasto dai lavoratori dovevano spedire i buoni per avere il rimborso. Un lavoro di conta e calcolo che implicava tempo e un margine di rischio elevato. E se il corriere avesse smarrito il plico? E se lo danneggiasse durante il trasporto? Senza considerare il costo di spedizione, naturalmente. Con il processo di dematerializzazione dei buoni pasto tutto il processo è istantaneo, pratico, sicuro.

Il ristoratore che aderisce al servizio di dematerializzazione dei buoni riceve una speciale “pistola” da collegare al Pos in caso di locale che aderisce al servizio Day Tronic o direttalmente ad un PC connesso in rete. Si tratta di un lettore di codici a barre per leggere e validare tutti i buoni pasto cartacei che il locale ritira dai suoi clienti.

Dematerializzazione

Quando il cliente paga il suo pasto con un buono Day, il cassiere lo legge con l’apposito dispositivo. Viene così effettuato un controllo automatico della validità del titolo e la sua autenticità. In questo modo, l’esercente non corre il rischio di ritirare buoni falsi o scaduti da tempo, quindi non più validi.

demat1

Con la dematerializzazione, non è più necessario inviare i buoni pasto Day ritirati, perché tutti i dati vengono trasmessi dal  POS o dal PC in via telematica e sicura. Non serve più conservare i ticket, che possono essere immediatamente strappati. Si risparmia tempo, oltre che il costo di spedizione.
Altro vantaggio importante della dematerializzazione è l’emissione automatica delle fatture e il pagamento in soli 8 giorni. Altro tempo risparmiato!

Per info sulla dematerializzazione: 199285555 mail: reti@day.it

Per info sull’affiliazione è a disposizione il sito web ufficiale per ristoratori.

Di seguito un video che riassume i vantaggi e le specifiche sulla dematerializzazione:

Contenuto non disponibile. Accetta i cookie per visualizzare il contenuto.