Un imprenditore attento si accorge subito se qualcosa non va, perché cala la produttività e di conseguenza il fatturato. Alcuni collaboratori non lavorano come dovrebbero. Demotivati, nessuna passione nello svolgimento dei propri compiti, umore a terra e un clima negativo che rovina l’atmosfera lavorativa.
Perché? Eppure lo stipendio è buono e sempre puntuale, il lavoro è organizzato bene e tutti sono trattati con rispetto.

Come mai la produttività non corrisponde alle attese? Un imprenditore che affronta di petto i problemi convoca una riunione e lo chiede direttamente a loro, ai suoi collaboratori.
In questo modo può scoprire i motivi che frenano la produttività e che non dipendono direttamente da lui o dal lavoro. Alcuni dipendenti hanno problemi famigliari: genitori anziani che hanno bisogno di assistenza, figli piccoli e costi in continuo aumento. Alcuni sono stanchi di portarsi il cibo da casa ma non possono permettersi di mangiare al ristorante ogni giorno durante pausa pranzo. Altri ancora vorrebbero avere il tempo e modo per curare hobbies lasciati da parte.

Come aiutare i collaboratori? Per aumentare la produttività bisogna motivarli senza costi eccessivi per l’impresa. Bilanciare vita privata e lavorativa è essenziale per dare le giuste priorità e favorire equilibri virtuosi.

Le soluzioni aziendali esistono e sono normate in maniera molto precisa.

Che la pausa pranzo sia davvero una pausa

La pausa pranzo è fondamentale nell’economia di una giornata lavorativa. E’ un momento per rilassarsi e ricaricare le batterie, un’occasione per prendere aria e, cosa più importante, per alimentarsi. Mangiare in modo corretto e sano è importante per il benessere della persona. Un pranzo rimediato, triste, nello stesso ambiente lavorativo non dà modo di ricaricarsi, socializzare e staccare per il giusto tempo dal lavoro. Inoltre, i luoghi dove si presta l’attività lavorativa spesso non includono spazi idonei alla pausa e non sono garantiti standard di sicurezza.

Lo strumento ideale per una pausa pranzo ottimale è il buono pasto. Con questa soluzione il datore di lavoro riconosce quotidianamente al lavoratore un ticket che lui potrà spendere per mangiare dove e come preferisce, uscendo dall’ufficio e scegliendo di volta in volta come alimentarsi. L’azienda recupera la spesa portando in deduzione la fattura che accompagna gli acquisti di buoni pasto. Il dipendente, senza trattenute ha un potere d’acquisto quotidiano a disposizione.
Per informazioni sul servizio buoni pasto: Numero Verde 800834009 – info@day.itVantaggi e normativa 

Fringe benefit: e il dipendente torna a sorridere

E’ di circa 258 euro la cifra che il datore di lavoro può riconoscere ad ogni dipendente come fringe benefit. Si tratta di un omaggio che viene assegnato e per il quale non ci sono tasse e trattenute. Un importo a disposizione da utilizzare per fidelizzare e motivare i collaboratori in occasione di un evento, una ricorrenza o occasione particolare.
Il fringe benefit ideale è quello scelto direttamente dal lavoratore. Come permette di fare la soluzione voucher. Day propone il buono shopping Cadhoc, un carnet di ticket multifunzione la cui destinazione è decisa da chi li riceve tra migliaia di soluzioni. Il voucher potrà essere usato per fare la spesa, abbigliamento, elettronica, carburante, negozi online. Tante opportunità in un unico strumento.

Quando viene dato il voucher? Ogni occasione è buona fino ad arrivare al plafond previsto per legge di €258.Pensiamo al Natale, ad esempio. Abbandonati gli obsoleti cesti natalizi (che incontrare i gusti di tutti è impossibile), un regalo che permette di scegliere tra migliaia di opportunità è la soluzione a ogni dubbio. Il vantaggio per l’imprenditore è il risparmio economico e di tempo, perché è Day a pensare ad ogni aspetto logistico e il compito per l’azienda è solo distribuire i voucher e scaricare la fattura come fringe benefit.

Il fringe benefit è un regalo per il dipendente. Inaspettato o concordato cambia poco. L’effetto sarà quello di fidelizzare il lavoratore, che si sentirà grato all’azienda, perché capisce di essere apprezzato per il suo contributo. Sarà più sereno, motivato e la conseguenza sarà un aumento significativo della sua produttività.
Fringe benefit, chiedi specifiche: Numero Verde 800834009 – info@day.it – sito ufficiale Cadhoc

fringe benefit

La legge incentiva il benessere del lavoratore con il welfare aziendale

La Legge di Stabilità 2016 ha reso conveniente il welfare fornito dall’azienda. Con la nuova normativa, finalmente chiara, l’impresa ha interesse a fornire benessere ai dipendenti aiutandolo nella sua vita privata. Per Welfare si intende una serie di soluzioni che rispondono a problemi ed esigenze personali come il rimborso di spese mediche, contributo per assistenza anziani e asili dei bambini, pacchetti di benessere in centri estetici, dentisti, prevenzione. Ma welfare è anche entertainment, cultura e sport, che arricchiscono la vita del lavoratore conciliando la vita privata con quella lavorativa.
Anche per questo nuovo strumento Day ha sviluppato una serie di soluzioni in base alle necessità e alle scelte dell’impresa cliente. Si avvale della sua esperienza trentennale nel mondo del buono pasto, di una rete fitta di partner sul territorio per offrire una vasta gamma di soluzioni calibrate per la grande come per la piccola impresa.

Quanto si vuole sviluppare un piano di welfare aziendale è necessaria una consulenza per far conciliare esigenze con vantaggi e soluzioni e si parte proprio da un’analisi di questo tipo per sviluppare una strategia che porta vantaggi economici al datore di lavoro e benessere tangibile al lavoratore.

Il mondo del lavoro ha recepito con favore le novità normative del welfare. Nel Contratto Collettivo Nazionale dei Lavoratori (CCNL) Metalmeccanici, rinnovato da poco, è stata inserita una quota di welfare in flexible benefit di €450 a lavoratore. E altri contratti stanno seguendo a ruota per garantire servizi di questo tipo.
Informazioni e consulenza welfare: Numero Verde 800834009 – daywelfare@day.it  – Sito Welfare con info servizio

welfare aziendale

Con questo ventaglio di proposte versatili e convenienti, un imprenditore trova risposte rassicuranti ai problemi evidenziali. Con i buoni pasto, voucher shopping e i piani welfare la produttività della sua azienda non può che aumentare di pari passo con il benessere di tutti gli attori coinvolti.

DA
Aziende, strumenti per aumentare la produttività dei dipendenti