header_magazine_personal
Ccnl Agenzie Marittime con Up Day

CCNL Agenzie Marittime 2021-2023: tutte le novità

Nel 2021 è avvenuto il rinnovo del CCNL Agenzie Marittime 2021-2023. Ecco cosa prevede l’accordo.

Il contratto collettivo nazionale di lavoro disciplina i rapporti di lavoro subordinato tra i dipendenti delle agenzie marittime raccomandatarie e mediatori marittimi e i datori di lavoro. Di solito, i contratti collettivi di questo settore si rinnovano ogni 3 anni. In questo articolo, tutte le novità dell’ultimo rinnovo, avvenuto nel 2021.

CCNL Agenzie Marittime 2021-2023: cosa prevede e le novità 2022

Dopo la scadenza, a dicembre 2020, del CCNL Agenzie Marittime 2018-2020, è stato siglato un nuovo accordo tra le imprese del settore e le organizzazioni sindacali CGIL, Fit CISL e UIL-Trasporti. Con lo scioglimento definitivo della riserva, il CCNL è entrato in vigore con decorrenza dal 1° gennaio 2021 e sarà valido fino al 2023.

Le novità più importanti riguardano gli aumenti dello stipendio base in busta paga, il welfare aziendale e i buoni pasto. Vediamole nel dettaglio. Non ci sono novità, invece, nell’ambito dell’assistenza sanitaria integrativa.

Welfare aziendale

Per il triennio 2021-2023 ai dipendenti delle agenzie marittime raccomandatarie e mediatori marittimi è riconosciuto il welfare aziendale. L’accordo firmato, in vigore da gennaio 2021 prevede l’erogazione di strumenti di welfare per un importo totale di 180 euro entro il 31 dicembre 2023.

Si tratta di erogazioni che dovranno essere distribuite in 3 soluzioni da 60 euro ciascuna, ogni anno nel mese di luglio. La prima tranche è stata riconosciuta a partire dal mese di luglio 2021 ed è stata erogata con la mensilità di settembre. Le successive saranno erogate nei mesi di luglio 2022 e luglio 2023.

Il datore di lavoro può scegliere di erogare le misure di welfare aziendale anche attraverso apposite piattaforme o impiegando dei voucher welfare.

Up Day specializzata da trent’anni in servizi per le aziende (tra i leader nel campo dei buoni pasto), propone le soluzioni più fiscalmente vantaggiose, facili da gestire e personalizzate per questa tipologia di obblighi contrattuali.

Il buono spesa Cadhoc

Cadhoc, è il buono spesa utilizzabile dalle imprese per adempiere agli obblighi contrattuali previsti dai contratti collettivi nazionali. È adatto a tutti gli stili di vita e di spesa e permette di acquistare un’infinità di prodotti attraverso lo shopping presso i partner che fanno parte della rete, compreso il carburante. Lo spendi sul punto vendita o negli e-commerce più cliccati del web.

Il buono spesa Cadhoc rientra a pieno titolo nella categoria dei Fringe Benefit, pertanto, è deducibile al 100% fino ad un massimo di 258,23 euro a dipendente all’anno, e può essere integrato a eventuali altri fringe benefit erogati dall’azienda.

Cadhoc è esente da IVA, oneri fiscali e contribuzione se il suo valore non supera la soglia prevista per i fringe benefit. Facile da ordinare, è disponibile nei formati cartaceo o digitale.

Riassumendo il buono spesa Cadhoc è:

  • 100% deducibile, fino a 258,23€ dipendente/anno
  • Esente IVA
  • Zero oneri fiscali e previdenziali
  • Più di 25.000 Partner in tutta Italia

La piattaforma Day Welfare

Le soluzioni offerte da provider come Up Day alle aziende che devono gestire l’erogazione degli strumenti di welfare aziendale sono molteplici: oltre ai voucher, c’è la piattaforma Day Welfare, lo strumento ideale per gestire l’offerta di beni e servizi alla persona e alla famiglia prevista dal piano di welfare e migliorare il benessere dei dipendenti.

Pacchetti on line personalizzabili per tutti i dipendenti, facili da selezionare e da spendere in una vasta rete di partner presenti su tutto il territorio nazionale, che comprendono servizi quali sport, tempo libero, palestre, cinema, shopping e tanto altro.

Grazie alla consulenza degli specialist di Up Day, alle imprese vengono proposte soluzioni personalizzate per comporre un piano di welfare su misura.

CCNL Agenzie Marittime e buoni pasto

A partire dalla mensilità di settembre 2021, l’importo dei buoni pasto per i dipendenti delle aziende del settore è elevato a 5,18 euro.

Ente bilaterale nazionale

A partire dal 1° gennaio 2021, il contributo da destinare all’Ente Bilaterale Nazionale, a carico dell’azienda, è fissato nella misura dell’1,50%, e dovrà essere calcolato sugli elementi fissi della retribuzione. Sempre a partire da questa data, per le società che aderiscono ad associazioni firmatarie del contratto collettivo, il contributo da destinare all’Ente Bilaterale Nazionale è ridotto allo 0,90% con le stesse modalità.

Aumento retribuzioni

Secondo quanto si evince dalle tabelle retributive, Il CCNL Agenzie Marittime 2021-2023 prevede un aumento dello stipendio spalmato sui tre anni, per un totale di 34,19 euro annui per i dipendenti di settimo livello e di 22,06 euro per i dipendenti di primo livello.

Rimane confermato, per i lavoratori del settore, il diritto al pagamento della tredicesima e la quattordicesima mensilità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.