header_magazine_personal

Ecco le applicazioni che rendono la nostra vita “mobile”

Cambiano i tempi, cambiano i mezzi…e le nostre abitudini con loro! E qual è l’innovazione più importante di questi ultimi anni, se non quella dei dispositivi mobili? iPhone, BlackBerry e simili sono ormai entrati a far parte della quotidianità di milioni di persone, andando ad occupare pian piano un posticino in quasi tutti gli aspetti del loro vivere.

Ci seguono dappertutto, ci aiutano, sono i depositari di tutti i nostri segreti: questi mini computer stanno in una mano ma potrebbero descrivere per filo e per segno tutte le caratteristiche dei loro proprietari, dalle abitudini culturali alla nota spese, dai chili di troppo alle relazioni con gli amici. Oggi usiamo i nostri dispositivi mobili per facilitare tutti gli aspetti del nostro vivere quotidiano: per telefonare, per mandare SMS e e-mail; per organizzarci la giornata, tra lavoro e giochi; per fotografare, filmare, ascoltare musica, guardare la TV e persino i film!
Esiste Lose it!, l’applicazione specializzata nel farci perdere i chili di troppo e ritrovare la forma desiderata. Mentre per evitare che sia il nostro portafoglio ad ‘alleggerirsi’ troppo, sono state create applicazioni mobile anche per Mint che monitorizza le nostre finanze, PayPal che consente l’invio di denaro direttamente alla nostra lista di contatti, nel modo più rapido e sicuro e ShopSavvy, che permette un confronto dei prezzi sugli articoli che intendiamo acquistare
Ma i dispositivi mobili, con le loro mille applicazioni, hanno cambiato anche il nostro modo di vivere lo spazio. Precise mappe ci dicono in qualsiasi momento dove siamo come arrivare alla nostra meta. Ma non si stratta solo di direzioni e scorciatoie: applicazioni come Yelp, con i suoi 26 milioni di utenti e TwittAround possono farci trovare i locali, gli uffici e i servizi che cerchiamo anche nella più sconosciuta delle città, consentendoci anche di sapere come gli altri utenti hanno recensito quegli stessi luoghi e permettendoci, in un certo senso, di vivere qualsiasi viaggio in modo più libero e improvvisato.

Una logica, quella della geolocalizzazione, che sta alla base anche del recente Four Square, che permette agli utenti di segnalare la loro presenza all’interno dei diversi locali tramite un check-in, premiando i più fedeli con la carica di ‘Sindaco’ del posto. Per finire, i dispositivi mobili hanno anche rinnovato il nostro modo di usufruire delle risorse digitali, riportando in auge il senso del tatto grazie ai touch screen. Applicazioni come Ocarina, che trasforma l’iPhone in un flauto, ed eBook, con il quale si possono sfogliare le pagine dei libri digitali con il passaggio di un dito, ci hanno restituito il piacere di manipolare, zoomare, ruotare, scorrere i contenuti che ci interessano.
Dal virtuale al reale e viceversa, era digitale ci porterà a vivere una vita sempre più ‘mobile‘. Un altro modo per sentirci sempre un po’ a casa, anche quando ne siamo fuori!

Fonte: blog.casase.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informa che questo sito, previo suo consenso, utilizza cookie anche di terze parti, che potrebbero inviare servizi e messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione. Se si desidera saperne di più leggere l'informativa. Per esprimere il consenso o negarlo a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Cliccando su Accetta si acconsente all’utilizzo dei cookie anche di profilazione.