Misure di Welfare nei Contratti Collettivi Nazionali

Misure di Welfare nei Contratti Collettivi Nazionali

Metalmeccanici, Orafi e Argentieri, Telecomunicazioni, Pubblici Esercizi, Confapi Comunicazione e Servizi Innovativi, Centri di Elaborazione Dati (CED) prevedono nei propri contratti l’obbligo di strumenti di welfare.

Up Day propone Cadhoc, il buono spesa on e off line, facile da gestire e vantaggioso per l’azienda. Permette a chi lo riceve di acquistare con la massima libertà carburante, tecnologia, abbigliamento, libri o semplicemente  andare a fare la spesa.

Cadhoc è la soluzione per i rinnovi contrattuali nazionali di categoria che prevedono flexible benefit obbligatori al loro interno. Il buono spesa per acquistare benzina, libri scolastici, alimentari ecc. si adatta alle diverse esigenze dei lavoratori.

Schema CCNL che prevedono quota di Welfare

Elenco CCNL con quota welfare

Elenco CCNL con quota welfare

Welfare Aziendale

In seguito alle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016 in tema di welfare aziendale, i contratti collettivi dei lavoratori rinnovati hanno previsto misure di benessere nelle imprese.

contratti collettivi nazionali rinnovati hanno iniziato a includere misure di welfare a favore dei lavoratori. Seppure con sfumature diverse, prevedono un contributo che di fatto apre le porte ad agevolazioni più ampie e convenienti per le aziende. I dipendenti e il loro benessere diventano l’obiettivo delle misure volte ad alleggerire e migliorare la vita quotidiana.

Il primo dei contratti collettivi e il più importante è stato quello relativi ai metalmeccanici delle grandi imprese. Ad esso sono seguiti tanti altri CCNL, come indicato nello schema.

Nuovi Rinnovi contrattuali 2019

CCNL per i dipendenti dei centri elaborazione dati

Da gennaio 2019 tutte le imprese che adottano il contratto collettivo per i lavoratori dei Centri di Elaborazione Dati (CED), di imprese ICT e di professionisti digitali dovranno prevedere una quota annuale per tutti i dipendenti che dovrà essere destinata a beni e servizi di welfare aziendale.

L’accordo prevede una quota fissa che ogni impresa dovrà destinare ai suoi lavoratori – sia a quelli a tempo determinato sia a quelli a tempo indeterminato per usufruire di beni e servizi di welfare aziendale:

• 100€ per il 2019

• 120€ per il 2020

• 140€ per il 2021

CCNL per gli addetti laboratori analisi e centri poliambulatoriali

Siglato da FederLab, con l’assistenza di Cifa, e da Fials, con l’assistenza di Confsal, il rinnovo del Contratto collettivo nazionale di lavoro (Ccnl) per i dipendenti dei laboratori di analisi cliniche e dei centri poliambulatoriali, con vigenza fino al 28 febbraio 2022.

Viene riconosciuto annualmente ai lavoratori servizi di welfare obbligatori per un valore minimo di 100 euro, aumentato di ulteriori 25 euro per ogni componente del nucleo familiare.

Rinnovi contrattuali in essere

CCNL Metalmeccanici industria

Il rinnovo del CCNL Metalmeccanici Industria, sottoscritta il 26.11.2016 da Federmeccanica, Assistal, FIOM, FIM e UILM, per il quadriennio dal 2016 al 2019 è stato integrato da un accordo il 27 febbraio 2017.

Il rinnovo del CCNL in questione è stato il primo che ha visto firmatarie tutte e tre le maggiori sigle sindacali dei lavoratori (CGIL, CISL e UIL). L’accordo è diventato operativo il 19 gennaio 2017.

Opportunità di welfare: L’accordo ha definito all’art. 17 – Sezione Quarta – Titolo IV i servizi di welfare che le aziende dovranno mettere a disposizione dei lavoratori dal 1° giugno 2017. Il valore dei beni e servizi sarà pari a:

• 100€ dal 1° giugno 2017,

• 150€ dal 1° giugno 2018,

• 200€ dal 1° giugno 2019,

che andranno utilizzati sempre entro il 31 maggio dell’anno successivo. Tali servizi spettano ai lavoratori con contratto a tempo indeterminato; oppure con contratto a tempo determinato con almeno 3 mesi di anzianità di servizio, anche non consecutivi, maturati nel corso di ciascun anno (1° gennaio-31 dicembre).

CCNL Pubblici Esercizi, Turismo e Ristorazione Collettiva e Commerciale

Rinnovo: 9 febbraio 2018 con validità quadriennale

Opportunità di welfare: Le parti hanno concordato di istituire un premio di risultato a titolo di elemento economico di garanzia (140€) destinato ai lavoratori non coperti dalla contrattazione di secondo livello, convertibile in strumenti di welfare aziendale con facoltà di destinazione alla previdenza complementare

CCNL Agenti marittimi Rinnovo per il triennio 2018/2020

Al secondo livello, la cui data di rinnovo è entro il 30 giugno 2019, sono state aggiunte materie di natura premiale ed eventuali quote aggiuntive da destinare alla previdenza complementare oltre che al welfare. È stata costituita una commissione paritetica bilaterale alla quale sono stati demandati importanti approfondimenti tra i quali la stesura degli articoli contrattuali, il welfare.

CCNL orafi, argentieri e gioiellieri

Introduzione di una quota destinata al welfare aziendale e ai fringe benefit, ossia verranno erogati ai lavoratori a titolo di welfare contrattuale:

• 100€ a gennaio 2018,

• 150€ a giugno 2019,

• 200€ a giugno 2020.

CCNL Terziario Provincia di Treviso

A novembre 2017, Confcommercio Treviso e le parti sociali hanno sottoscritto un’intesa (valida per il triennio 2018/2020) sul welfare contrattuale territoriale per le aziende della provincia di Treviso che applicano il CCNL terziario, distribuzione e servizi.

Dal 1° gennaio 2018 al 1° gennaio 2020, le aziende sono tenute a mettere a disposizione di tutti i loro dipendenti a tempo indeterminato, compresi gli apprendisti, sia a tempo pieno che parziale, le prestazioni di welfare individuate dall’accordo, per un valore pari ad €100.

CCNL Pubblica Amministazione – Comparto Funzioni Centrali*

Firmato il 12 febbraio 2017. L’Art. 80 è dedicato al Welfare Integrativo, il quale introduce e disciplina, in sede di contrattazione integrativa, i “benefici di natura assistenziale e sociale”, tra i quali:

• Iniziative di sostegno al reddito della famiglia (sussidi e rimborsi)

• Supporto all’istruzione e promozione del merito dei figli

• Contributi a favore di attività culturali, ricreative e con finalità sociale

• Prestiti a favore di dipendenti in difficoltà ad accedere ai canali ordinari del credito bancario o che si trovino nella necessità di affrontare spese non differibili

• Polizze sanitarie integrative delle prestazioni erogate dal servizio sanitario nazionale.

*Comprende:

1. Ministeri, Avvocatura Generale dello Stato, Consiglio di Stato, Corte dei Conti e Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro (CNEL)

2. Una serie di agenzie. Quelle più importanti sono l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), l’Agenzia Nazionale per le Politiche attive del lavoro (ANPAL), l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (ICE) e l’Agenzia per l’Italia digitale (AGID)

3. Agenzie Fiscali (Agenzia delle Entrate, Agenzia del Demanio, Agenzia delle Dogane e dei Monopoli)

4. INAIL e INPS

CCNL “Terziario e Servizi”: Valido per CCNL specifici “Servizi Ausiliari” e “Case di cura, centri analisi poliambulatori, sociosanitari e assistenziali”

Rinnovo accordo 30/10/2012. Validità dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2020.

Le prestazioni di Welfare Contrattuale, saranno erogate tramite Accordi Regionali o Provinciali di secondo livello, con beneficiari tutti i Lavoratori, tramite piattaforma “BenefitOnline” di Health Italia, oggi convenzionata con l’En.Bi.C.

In alternativa potrà essere deliberata una diversa piattaforma di servizi Welfare, tramite Accordo di Secondo livello tra Azienda e R.S.A. assistita da un Delegato.

Importi e condizioni

Dal 1° gennaio 2018, il Datore di lavoro metterà a disposizione un Welfare Contrattuale pari al valore minimo annuo di € 200, da riconoscere nel mese di giugno a tutti i Lavoratori in forza ai quali si applica il presente CCNL.

I Lavoratori assunti dal 1° luglio al 31 dicembre avranno diritto al Welfare Contrattuale solo dal successivo anno.

Welfare contrattuale CCNL Cinematografia – Produzione

Dal 1° gennaio 2018 è istituito un “pacchetto welfare” di servizi che il dipendente può richiedere a scelta tra quelli definiti da accordi aziendali o territoriali (ex art. 51, D.P.R. n. 917/1986), corrispondenti ai seguenti importi annui:

– € 120 dal 1° gennaio 2018;

– € 120 dal 1° gennaio 2019;

– € 60 dal 1° gennaio 2020;

L’accordo di Bergamo per PMI Metalmeccaniche

Si prevede una cifra fissa annuale di 100 euro da erogare in servizi di welfare + un incremento automatico pari al 10% del valore economico del Premio di Risultato Territoriale, nel caso in cui sia esercitata l’opzione di convertire il medesimo in welfare.

RINNOVI CONTRATTUALI IN SCADENZA

Accordo aziende conciarie della provincia di Vicenza – Valido fino al 2019

Da settembre 2017 sono attivati a beneficio di tutti i lavoratori dipendenti e somministrati, con almeno 12 mesi di anzianità aziendale, strumenti di welfare contrattuale per un valore annuo di 1.200€ anche frazionabile a mese, per un valore di 100,00€, o a giornata per un valore di 5,50€, ma comunque non superiore al citato valore annuo.

I suddetti valori sono comprensivi di eventuali costi fiscali e/o contributivi a carico dell’azienda

Chiedi un’offerta flexible benefit

Se la tua azienda ha un CCNL tra quelli elencati puoi contattare direttamente Up Day per una delle soluzioni indicate flexible benefit:

Richiedi informazioni per implementare un piano di welfare aziendale. Lascia i tuoi dati per essere contattato e avere una consulenza.

Numero Verde 800834009
Mail: info@day.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si informa che questo sito, previo suo consenso, utilizza cookie anche di terze parti, che potrebbero inviare servizi e messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione. Se si desidera saperne di più leggere l'informativa. Per esprimere il consenso o negarlo a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Cliccando su Accetta si acconsente all’utilizzo dei cookie anche di profilazione.